‘E Zezi per i 5 operai Fiat in difesa della libertà di espressione nei luoghi di lavoro

SPETTACOLO DI MUSICA E PAROLE CONTRARIE
LIBERTA’ DI ESPRESSIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

Domenica 30 settembre 2018
Napoli, Cortile del Maschio Angioino, ore 21,00

Con la partecipazione di:
Erri De Luca, Ascanio Celestini, Lo Stato Sociale, Francesca Fornario, Daniele Sepe, ‘e Zezi

Proiezione cartone animato Pulcinella con monologhi dei cinque operai FCA licenziati – Alternanza di brani musicali e interventi di artisti e intellettuali impegnati nella battaglia in difesa della libertà di critica e di satira dei lavoratori

Ingresso con invito. Gli ingressi liberi, senza invito, saranno consentiti fino ad esaurimento dei posti disponibili.

info: ellugio@tin.it
sito internet: https://nolicenziamentiopinione.wordpress.com

Due anni fa lanciammo una campagna contro il licenziamento di cinque lavoratori cassintegrati della Fiat di Nola “rei” di aver violato un fantomatico “obbligo di fedeltà” nei confronti dell’azienda.
Quella mobilitazione portò a un enorme risultato: la sentenza della Corte di Appello di Napoli, con la quale, nel settembre 2016, venne imposto alla FCA il reintegro in fabbrica dei cinque operai che avevano inscenato, fuori dall’orario e dal posto di lavoro, il finto suicidio dell’allora amministratore delegato. Si era trattato di un estremo tentativo di far udire la propria protesta di fronte ai suicidi – veri – verificatisi fra i loro compagni di lavoro del reparto confino di Nola.
Quella vittoria è stata completamente azzerata dalla recente sentenza della Cassazione, che ha confermato i licenziamenti in virtù proprio di un “obbligo di fedeltà” che limiterebbe drasticamente la possibilità dei lavoratori dipendenti di esprimere critiche nei confronti del datore di lavoro.
Con questa sentenza la Cassazione – malgrado i principi di libertà di espressione del proprio pensiero e di eguaglianza dei cittadini di fronte alla legge messi a fondamento della nostra Carta costituzionale – ha di fatto sancito l’esistenza di una categoria di cittadini di serie B, con libertà limitate.
Contro questa nuova ferita al diritto di esprimere un pensiero contrario, e in appoggio alla lotta dei cinque licenziati, abbiamo lanciato un nuovo appello in difesa della libertà di espressione dei lavoratori.
La campagna prenderà avvio a Napoli, il prossimo 30 settembre, con un convegno e uno spettacolo teatrale ospitato dal Comune di Napoli a chiusura della rassegna “Estate a Napoli”, nella prestigiosa cornice del Maschio Angioino. Sul palco si alterneranno gruppi musicali, intellettuali e artisti.

CONVEGNO
LIBERTÀ DI ESPRESSIONE NEI LUOGHI DI LAVORO
Napoli, 30 settembre 2018
Antisala dei Baroni, Maschio Angioino, dalle ore 16 alle ore 19

Presiede: Andrea Vitale, coordinatore campagna a sostegno dei cinque operai FCA licenziati

Introduce: Daniela Padoan, scrittrice

Relatori:
Mimmo Mignano, operaio FCA licenziato
“Cosa è l’obbligo di fedeltà?”

Pino Marziale, avvocato difensore dei cinque licenziati dell’FCA
“La sentenza della Cassazione”

Paolo Maddalena, già vicepresidente emerito della Corte Costituzionale
“É necessaria una modifica legislativa per garantire una corretta applicazione del principio dell’obbligo di fedeltà?”

Luigi De Magistris, sindaco di Napoli
“Come le recenti riforme del lavoro hanno modificato le relazioni tra lavoratori e datori di lavoro, indebolendo le tutele dei primi a favore dei secondi”

Mario Agostinelli, ex segretario CGIL Lombardia
“Dal comando totale del lavoratore in azienda al controllo della vita privata e della libertà personale di espressione. Video sorveglianza da lontano: lo stravolgimento dello Statuto dei Lavoratori”

Danilo Risi, giuslavorista
“L’attuale involuzione del diritto del lavoro”

Paola Regina, avvocato internazionalista
“Portare il caso dei cinque licenziati di Nola alla CEDU”

Intervengono: Alessandro Arienzo, Giuseppe Aragno, Luigi de Giacomo, Giuseppe Del Bene, Giuseppe De Marzo, Valeria Parrella, Annamaria Rivera, Giovanni Russo Spena, Alex Zanotelli

Conclusioni: Guido Viale, economista

‘E Zezi in concerto per la Sinistra Unitaria Europea

Mercoledì 26 settembre 2018 ore 20:30 presso il ristorante Chikù, viale della Resistenza, comparto 12, Scampia, Napoli

‘E Zezi suoneranno in occasione della cena dei delegati del gruppo parlamentare europeo della Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica venuti a Napoli per l’iniziativa CONTRO IL RAZZISMO E IL NEOLIBERISMO: UN’ALTERNATIVA PER L’EUROPA
Decine di deputati europei del gruppo, composto dalle delegazioni di L’Altra Europa con Tsipras, Podemos, Partito Comunista Portoghese, Front de gauche, Akel, Sinn Féin, Die Linke, Izquierda Unida e altre, discuteranno per tre giorni con l’obiettivo di costruire una reale alternativa per l’Europa, contro l’austerità e le politiche neoliberiste e i loro figli legittimi: razzismo e nazionalismo.

Si tengono a Napoli quest’anno gli Study Days del GUE/NGL dal 25 al 27 settembre 2018, le giornate di studio e approfondimento del gruppo parlamentare europeo della Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica. I lavori si svolgeranno nel Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova, nell’omonima piazza al numero 44.

È stata scelta Napoli perché esempio di un’alternativa possibile e praticata, come parte della rete delle città ribelli dell’Europa meridionale e città dell’accoglienza promotrice della campagna “Aprite i porti”. Tutti gli incontri sono pubblici, siete tutte e tutti invitati! È prevista la traduzione simultanea in tedesco, inglese, italiano, greco, spagnolo, francese, portoghese.

Di seguito il programma completo

‘E Zezi Gruppo Operaio a Bellizzi per il Premio Terra di Zeza

PREMIO TERRA DI ZEZA Estate 2018

Sabato 1 settembre 2018 ore 19:30 a Bellizzi Irpino, Avellino,
presso il sagrato della Chiesa di S. Maria di Costantinopoli.

Saranno conferiti i riconoscimenti mediante la consegna del Premio Terra di Zeza a coloro che hanno valorizzato, promosso e tutelato la Zeza di Bellizzi:
- Dott.ssa Sabina Preziosi
- Dott.ssa Alessia Scozzese
- ‘E Zezi Gruppo Operaio

Il maestro Roberto De Simone farà pervenire un caro pensiero.
La manifestazione prevede anche l’intervento del parroco Don Catalin, di Ennio Spartano, della Zeza di Bellizzi, della Banda Musicale di Bracigliano e del Gruppo Murga Los Espantapajaros.

Mostra ed esposizione storica degli abiti della Zeza

www.lazezadibellizzi.it

‘E Zezi al “Zompa ca te Pass” di Venticano (Av)

Venerdì 24 agosto 2018
ore 21:30 a Venticano (Av)
ZOMPA CA TE PASS tipicità in degustazioni e musica

‘E ZEZI

BRIGANTI DI TERRA D’OTRANTO

Organizzazione:
Pro Loco Venticanese

‘E Zezi in mostra a Modica (Ragusa)

——————————————————————————

Gruppo operaio ’E Zezi e Marinella Senatore
presentano la mostra:
ZIGZAGZEGZUG

Inaugurazione Domenica 19 Agosto 2018 ore 19.00

presso la galleria Laveronica arte contemporanea
Via Grimaldi 93 Modica (Ragusa)

Interverrà il Gruppo operaio ’E Zezi

Data fine mostra: Sabato 8 Dicembre 2018

‘E Zezi al Festival Il Cinema Ritrovato della Cineteca di Bologna

—————————————————————————————
Festival Il Cinema Ritrovato della Cineteca di Bologna
http://festival.ilcinemaritrovato.it/
Venerdì 29 giugno 2018, Bologna,
Piazzetta Pier Paolo Pasolini, ore 22:15
Napoli che canta – Proiezione con lanterna a carbone

Napoli sirena delle canzoni (Italia/1929) R.: Elvira Notari. D.: 16’. Did. italiane

‘A SANTANOTTE (Italia/1922) R.: Elvira Notari. D.: 61’. Did. italiane

Accompagnamento dal vivo ispirato alla tradizione napoletana eseguito da ‘E Zezi Gruppo Operaio

Ingresso libero.
Prenotazioni: cinetecadirezione@cineteca.bologna.it
051 2195333 (dal 23 giugno)
(In caso di pioggia, la proiezione si sposterà in Sala Mastroianni)

Napoli sirena delle canzoni
L’Italia s’è destaNapoli sirena della canzone sono montaggi di frammenti da film non identificati di Elvira Notari. Senza dubbio un diligente raffronto con le fotografie dei film perduti di Notari consentirebbe di identificare la fonte di molti dei frammenti; ma davvero dobbiamo o vogliamo farlo? La seconda vita come found footage rende loro uno splendido servizio. Non più imbrigliate in una narrazione, queste immagini ci appaiono ancor più suggestive e intense, come i testi delle canzoni cui, nei tardi anni Venti, fornivano un accompagnamento visivo. Inoltre, dei film Notari colorati a mano così spesso evocati dalla tradizione, nulla è sopravvissuto tranne alcune scene e paesaggi compresi in queste due selezioni.

Mariann Lewinsky

‘A SANTANOTTE
Tratto da un popolare successo della canzone napoletana, ‘A santanotte è uno dei rari film tuttora visibili tra quelli diretti da Elvira Notari alla Dora Film e un esempio particolarmente rappresentativo della sua produzione. Il film viene presentato in una copia a colori ricavata nel 2008 da due diversi elementi: un controtipo bianco e nero depositato presso la Cineteca Nazionale e una copia nitrato, con indicazione delle colorazioni, ritrovata presso gli archivi della George Eastman House. Rosé Angione, una delle attrici uscite dalla scuola di recitazione di Elvira Notari, vi interpreta il ruolo di Nanninella, una ragazza sfruttata e maltrattata dal padre, che lei mantiene con il suo salario di cameriera. Costretta a sposarsi con un uomo che non ama nel disperato tentativo di salvare il suo innamorato da un’accusa di omicidio, Nanninella è destinata a una fine tragica, che spinge i toni patetici del film fino a un vero e proprio apice parossistico: pugnalata nel giorno del suo matrimonio, in abito da sposa, nella migliore tradizione della sceneggiata napoletana.
In questo “dramma popolare passionale” (come recita il sottotitolo) che fu uno dei più grossi successi della Dora Film, recita anche il figlio di Elvira e Nicola Notari nel ruolo di Gennariello, presenza fissa in quasi tutti i loro film, vera e propria ‘maschera’ seriale del melodramma notariano. Un particolare interesse rivestono le riprese in esterni, di sapore quasi documentaristico, che collocano la sventurata storia di Nanninella nel contesto della Napoli popolare del tempo. Ma il film colpisce soprattutto per l’inusuale prospettiva che fornisce sulla vita delle donne appartenenti agli strati più poveri e disagiati della società, quasi un atto d’accusa lanciato contro la violenza della cultura patriarcale.
Il restauro è stato realizzato nell’ambito del progetto Non solo dive. Pioniere del cinema italiano, dedicato alla riscoperta del contributo femminile all’industria cinematografica nazionale del periodo muto.

Monica Dall’Asta

‘E Zezi a Scampia

SABATO 16 GIUGNO 2018
‘E ZEZI in concerto
ore 20.00 da Chikù, a Napoli, quartiere Scampia, in viale della Resistenza, comparto 12, accanto al Commissariato di Polizia di Scampia. Seguire le indicazioni per “Auditorium Scampia”.

Prosegue la rassegna INVERSIONE DI ROTTA da Chikù, una rassegna culturale e gastronomica nata con lo scopo di contribuire a fare di Scampia un avamposto culturale in cui Chikù si pone quale luogo di aggregazione, del tempo libero, spazio dove poter ascoltare buona musica dal vivo, incontrarsi e mangiare piatti gustosi.
SABATO 16 GIUGNO, ore 20.00, sarà la volta de ‘E ZEZI, gruppo storico di musica popolare campana, interpreti legati al mondo operaio e della tradizione.
Canti di lotta e melodie di un Sud che resiste.
https://www.youtube.com/watch?v=UaWatxbUwQ8

Svago, musica e cultura da Chikù. Cuore delle serate, le performance di artisti del panorama musicale napoletano. La rassegna, curata dal Teatro Area Nord, Chi rom e chi no-associazione di promozione sociale onlus e La Kumpania srls. Una grande serata musicale dove non mancheranno le prelibatezze di Chikù.

INGRESSO GRATUITO

Se vuoi cenare, prenota un tavolo ai numeri 081.0145681 e 334.8421513
Chikù, la cucina multiculturale di Scampia, preparerà:
- tagliere con salumi paesani, formaggi, focacce, finger food gustosi con calice di vino €10
- menù completo con Spaghetti allo Scarpariello/ Rigatoni alla siciliana + Musaka vegetariana/hamburger speziato alla griglia + contorni di stagione e calice di vino €20
- menù alla carta per tutte le tasche
- spritz e cocktail alcolici e analcolici

Per info e prenotazioni: 081.0145681 – 334.8421513 – info@chiku.it
CHIKU’ si trova a SCAMPIA in viale della Resistenza, comparto 12 accanto al Commissariato di Polizia di Scampia.
Seguire le indicazioni per “Auditorium Scampia”.
Disponiamo di ampio parcheggio libero e servizio navetta. Per prenotare il servizio navetta telefona al numero 3348421513
************************
Perché #INVERSIONEDIROTTA ?
Invertire la rotta da centro a periferia.
In un momento storico in cui il centro di Napoli è in balia del turismo mordi e fuggi, e della gentrificazione, sovraffollato dalla movida e in cui parallelamente va affermandosi il concetto di “nuove centralità della città metropolitana”, sentiamo importante affermare Scampia come avamposto culturale.

‘E Zezi a Salerno per I giovedì del Cinema dei Diritti Umani

31 maggio 2018, ore 20.00 al Mumble Rumble di via Loria 35, Pastena, Salerno:
si alza il sipario sulla quinta ed ultima serata de I giovedì del Cinema dei Diritti Umani del 2018! A chiudere la serata ci sarà il gruppo musicale operaio più famoso della nostra regione, ‘E Zezi Gruppo Operaio, una band storica, il cui nome è legato da sempre alla storia dello stabilimento Alfa di Pomigliano d’Arco.

In scena il “lavoro globale” raccontato dal film Nimble fingers (dita leggere) di Parsifal Reparato giovane regista ed antropologo napoletano che ci porta in Vietnam tra le donne che lavorano nelle fabbriche di elettronica, illuminando il lato nascosto di grandi aziende che decentrano le loro produzioni. Parleremo di come è cambiato il lavoro negli anni tremila e di come il lavoro cambi la vita, spesso in peggio, di chi lavora.
A far compagnia a Parsifal sul palcoscenico del Mumble Rumble ci sarà Pietro Masina docente di storia dell’Asia all’Università di Napoli L’Orientale, che ha diretto la ricerca da cui è nato il film che vedremo stasera. Ma ascolteremo anche le testimonianze di Lorenzo Forte, presidente del Comitato “Salute e Vita” e del vicepresidente Antonio di Giacomo, cittadino artigiano per l’ambiente, che ci spiegheranno la complessità della vertenza contro la Fonderia Pisano che tiene banco nelle cronache cittadine da alcuni anni, evidenziando il drammatico contrasto tra salute e lavoro.

Ci saluteremo con un brindisi al prossimo anno, nel nome del Cinema dei Diritti Umani, ringraziando chi ci ha seguito e sostenuto in questa edizione.

ART TRE e “Cinema e Diritti”

‘E Zezi all’Università – Musica e politica nel Novecento

VI incontro Musica e politica nel Novecento: Napoli “La Dismissione”
Venerdì 18 maggio 2018 ore 15-18, Università “Federico II”, Dipartimento di Studi Umanistici, via Marina 33, Napoli
Con: Lino Vairetti OsannaAngelo De Falco ‘e Zezi, Sergio Maglietta, Elio Manzo, BiscaMaurizio CaponeMarco Gesualdi, 666, Daniele SepeGennaro Tesone, Almamegretta, Massimo Jovine, Luca “Zulù” Persico, 99 PosseAntonio Toty Ruggieri, fotoreporter…………!!!!!!

Relatori: Alessandro Arienzo, Enrico del Gaudio

Venite Studiati!!!!!!

E Zezi per la Liberazione dal nazifascismo

Domenica 22 aprile 2018, ore 10 – Piazza Primavera, Pomigliano d’Arco (Na)

Per ricordare gli anni bui del fascismo – Insieme in piazza per non dimenticare.
Interverranno:
Antonio Amoretti (Presidente regionale Anpi)
Gruppo Operaio ‘E Zezi

—————————————————————

Mercoledì 25 aprile 2018, dalle ore 19 metro Materdei, Napoli
25 APRILE DI LIBERAZIONE
dal Razzismo e dal Neofascismo
dal Sessismo e dalle Discriminazioni Sociali
contro la Guerra, con le donne e gli uomini che dal Kurdistan alla Palestina resistono all’oppressione

Ore 15.00 piazza Garibaldi, Napoli - CORTEO CITTADINO
Dalle 19.00 metro Materdei, Napoli - LA PIAZZA DEI MOVIMENTI
con musica, cena sociale, sport popolare, mostre
Interverrà il Gruppo Operaio ‘E Zezi