Festa! Tammurriata e Tarantelle aspettando l’Immacolata dint’e Falc!

Festa! Tammurriata e Tarantelle aspettando l’Immacolata dint’e Falc!

Sabato 7 dicembre 2019 ore 13
Saviano (Na), via Falco Fabio Tommasoni (alcuni navigatori non riconoscono la via come “Falco Fabio Tommasoni” ma solo “Tommasoni”)

Signore e signori ci siamo! Vi aspettiamo nella magica Masseria ‘e Falco per uno splendido pranzo all’insegna della musica tradizionale, eseguita da gruppi e paranze spontanee. Il pranzo sarà accompagnato da buon cibo e buon vino e riscaldato dal magico fucarone dell’Immacolata.

L’evento è a cura dell’ associazione OSTRO, i microfoni saranno aperti a tutti quelli che desidereranno esprimersi e regalare momenti indimenticabili agli amanti di questa cultura.

Hanno già confermato le loro adesioni:
Tarantella & Co.: Dario Mogavero e Eustachio Frongillo
‘E Zezi Gruppo Operaio di Pomigliano d’Arco
Ars Nova Napoli
Rosario Nido dei Titömme (Foggia)
Luciano Gennari e Andrea Polimeno (Manduria)
Domenico Celiberti dei Titömme (Andria)
Massimo Ferrante (Joggi, un calabrese napoletano)
Pino Iove (Somma Vesuviana)
Tonino Esposito detto “’O Stocco”
Domenico Falciano (San Giuseppe Vesuviano)

‘E Zezi a Pomigliano per il popolo curdo

VITA, TERRA, LIBERTÀ PER IL POPOLO CURDO
Stop invasione in Rojava! Solidarietà internazionale per la pace

Sabato 7 dicembre 2019, ore 10
Casa del Popolo, Pomigliano d’Arco (Na), Via Aurora 9

Intervengono:
Avv. Angelo Cutolo (Giuristi Democratici Nola), Avv. Carmine Malinconico, Avv. Roberto Oratino (Associazione Casa del Popolo), Jlmaz Orkan (Ufficio informazioni Kurdistan Italia)
Coordina: Vito Esposito (Comitato RINASCITA Pomigliano)

Performance del Gruppo Operaio ‘E Zezi a cura di Angelo De Falco.

Alle 13 si svolgerà un pranzo sociale di solidarietà. Il ricavato delle sottoscrizioni sarà devoluto alla Mezzaluna Rossa Kurdistan Italia Onlus.

Comitato Rinascita Pomigliano – Associazione Casa del Popolo – Giuristi Democratici

‘E Zezi a Pomigliano contro l’indifferenza

POMIGLIANO NON ODIA

Domenica 24 Novembre 2019
ore 11:30
Piazza
Primavera,
Pomigliano d’Arco (Na)
Intervento musicale del Gruppo Operaio ‘E Zezi

Non è più il tempo!
Di ignorare il preoccupante raffiorare di subculture fasciste e razziste, il cui linguaggio è sempre più spesso regolarizzato e veicolato dal dibattito social.
Non è più il tempo!
Di dimenticare che l’Italia, l’Europa, siano state edificate sui diritti fondamentali dell’uomo e sui valori altissimi della Resistenza Partigiana.
Non è più il tempo!
Di voltarsi dall’altra parte, di scorrere la Home facendo finta che si tratti di un punto nero isolato.

È il tempo di smascherare l’inganno!
La menzogna che sta alle fondamenta del pensiero nazionalista, come forma illusoria e subdola di incitazione all’odio e alla barbarie della discriminazione.
È il tempo della memoria. Della sua tutela. Della sua valorizzazione.
È il tempo della lotta contro tutti i fascismi.
È il tempo di dire Basta, questo Paese è anche il mio ed io, io sono meglio di tutto questo!
È il tempo di resistere all’indifferenza che spalanca le porte al disumano e di opporsi allo sgretolamento di una società pluralista e civile.
È il tempo di scegliere di essere presenti, e non per questioni di appartenenza politica, ma di adesione ad un’idea comune di dignità umana.

Organizzazione: LAPS

‘E Zezi a Predappio per il concerto antifascista

ANPI FOLK FEST
URLA LA BUFERA
Domenica 27 ottobre 2019, ore 16
Predappio (Forlì-Cesena), Teatro Comunale, via Marconi 15

Alessio Lega
‘E Zezi
De Soda Sisters
Massimo Ferrante
Coro Spontaneo Individualista
e altre sorprese…

Una giornata di musica popolare, canto di strada, cori e balli da Napoli, al Salento, alla Toscana. Canzoni di lotta, d’amore, di festa. Una grande kermesse antifascista per dire no alle tristi rievocazioni e alle marce dei morti viventi.

Le canzoni popolari, la musica nata per tradizione orale, quella che ha accompagnato le generazioni contadine dall’alba al tramonto, dalla nascita alla morte. La canzone operaia, la musica dei lavoratori, che serviva per alleviare il peso della fatica, per denunciare e rivendicare diritti. I canti delle feste, religiosi o erotici, ridicoli o amorevoli, per un funerale o per un matrimonio. Le urla e le ninne nanne.
Tutto questo patrimonio – cui si è aggiunta l’opera dei moderni cantastorie e cantautori e certe musiche di strada contemporanee – sono il vero patrimonio popolare, la ricchezza dei nostri dialetti, un tesoro, una biblioteca che continua a crescere.

Il folk revival italiano, nato all’inizio degli anni sessanta ha scoperto che questo era un repertorio naturalmente antifascista. Perché i fascisti volevano un popolo che applaudisse, non che cantasse le proprie storie. Perché i fascisti volevano un popolo subalterno non protagonista della sua storia. Perché loro credevano nel duce e noi nel popolo.

Per questo a Predappio, contro le tentazioni autoritarie e le mostruosità nostalgiche, contro le parate nate morte e i musei della cattiveria, noi rispondiamo con la musica della vita e dell’amore per la terra, per il lavoro e per il futuro.

Alcuni dei migliori gruppi, cori e solisti di musiche e canti popolari italiani, da Napoli, alla Toscana, al Salento, ecc. si alterneranno in una serata di musica viva.

Dopo il teatro ci aspetta la Tagliatella Antifascista con crostini, tagliatelle al ragù, salsicce e costine, patate, radicchi, ciambella e il vino “rosso partigiani. Il costo della cena è di € 20,00, il ricavato finanzierà i viaggi della memoria organizzati dai ragazzi dell’associazione DEINA. Prenotazione obbligatoria al 333 1634991 oppure al 0543 28042 (dalle 10:00 alle 12:30).

Organizzazione: Istituto Ernesto de Martino, Anpi Comitato provinciale Forlì Cesena, Comitato provinciale Rimini e Comitato provinciale Ravenna

‘E Zezi in solidarietà con il popolo curdo

Mercoledi 16 ottobre 2019, alle ore 17:30, presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino, Napoli, intervento musicale de ‘E Zezi Gruppo Operaio in solidarietà con il popolo curdo.

Su iniziativa del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli e dell’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, si terrà un’iniziativa di solidarietà con il popolo curdo a cui prenderà parte Silan Ekinci dell’Ufficio Informazione Kurdistan Italia.

Quarta straordinaria anteprima dell’XI Edizione del Festival per chiedere la fine delle ostilità al confine turco-curdo.
Il Festival proporrà la proiezione del film “NUJIIN – La nuova vita” di Veysi Altay, regista curdo che vive in Turchia.
Veysi Altay è in procinto di scontare la condanna a due anni inflittagli dal tribunale di Batman (Turchia) per accusa di favoreggiamento del terrorismo, a causa di alcune immagini contenute nel film che sarà proiettato mercoledi sera. Tenteremo di collegarci via skype con Altay per ascoltare la sua voce e il suo pensiero sugli eventi degli ultimi giorni.

Ci auguriamo che la risposta della gente di Napoli, delle associazioni di solidarietà e dei centri sociali sia come sempre appassionata e che questo evento contribuirà a mantenere alta l’attenzione sul conflitto turco-curdo, contribuendo a chiederne la fine immediata.

La serata sarà animata dall’appassionato contributo musicale del gruppo operaio de ‘E Zezi

‘E Zezi alla Festa della Sinistra di Opposizione

FESTA DELLA SINISTRA DI OPPOSIZIONE

Sabato 12 ottobre 2019
Cortile Monastero di Santa Chiara, Napoli

Serata musicale
ore 22:00
‘E Zezi Gruppo Operaio

ore 20:00
Massimo Mollo in concerto

ore 18:00
NAPOLI: IL TURISMO NON BASTA.
…e i problemi ci sono (disoccupazione, precarietà, rifiuti, emigrazione, trasporto pubblico)

Presiede: ROSARIA GALIERO – Consigliera comunale
Interverranno:
Elena Coccia – Consigliera Metropolitana
Eleonora De Majo – Consigliera Comunale e Presidente Commissione Consiliare Diritto alla città, politiche urbane
Costanza Boccardi – Assessore alla X Municipalità
Dibattito
Conclude: ANTONELLO ZECCA (Direzione Nazionale Sinistra Anticapitalista)

ore 16:00
TAVOLA ROTONDA: Le ragioni dell’opposizione politica e sociale al Governo Conte.

Ne discutono:
Giacomo De Angelis (Segreteria Nazionale PCI);
Rosa Rinaldi (Segreteria Nazionale Rifondazione Comunista);
Armando Morgia (Direzione Nazionale Sinistra Anticapitalista)

ore 10:00
IL SUD ALL’OPPOSIZIONE (NO ad ogni autonomia differenziata)
Presiede: Elena Coccia – Presidente Commissione cultura del Consiglio Comunale di Napoli
Interverranno:
Rosario Marra – Segretario Provinciale PRC Napoli
Massimo Villone – Docente emerito di diritto costituzionale dell’Università Federico II di Napoli
Ludovico Chianese – Cobas Scuola
Maria Giuseppina Izzo – Coordinamento NO AUTONOMIA DIFFERENZIATA – Napoli
Dibattito
Conclude: ELEONORA FORENZA
—————————————————-

Ma chi l’ha detto che il governo Conte 2 è di sinistra?

Venerdì 11 e sabato 12 ottobre a Napoli si terrà la prima Festa della Sinistra di Opposizione, promossa da Rifondazione Comunista, Partito Comunista Italiano e Sinistra Anticapitalista.
Due giorni di dibattiti, socialità, cibo e musica negli spazi del Cortile di Santa Chiara.
Pace e solidarietà, rapporto con l’Europa, lavoro e reddito, contrasto all’autonomia differenziata, laboratorio politico napoletano.
Racconteremo perché secondo noi da questi temi è possibile costruire un’opposizione politica e sociale al governo.
E perché è possibile farlo da sud.

‘E Zezi a Roma per il World Tourism Event

‘E Zezi Gruppo Operaio al WORLD TOURISM EVENT – Focus Città e Siti UNESCO

Venerdì 27 settembre 2019 ore 14:30 Palazzo Venezia (Sala Altoviti), Roma

Il Gruppo Operaio ‘E Zezi realizzerà un intervento musicale durante la sessione: Curare e “rammagliare” il territorio. Migliori pratiche della Città Metropolitana di Napoli coordinate dal consigliere metropolitano Elena Coccia.

Itinerari Culturali nella Città Metropolitana di Napoli: “curare” e “rammagliare” il territorio.

La cura del patrimonio culturale, insieme con l’incremento della fruizione dei beni del patrimonio: per la Città Metropolitana di Napoli, si tratta sia di patrimonio materiale sia di patrimonio intangibile, e, per quello che riguarda i Siti UNESCO, di porli in stretta connessione con le risorse delle rispettive “buffer zone” e con il territorio complessivo di area vasta.

Il tema specifico consiste nel declinare il “curare” e “rammagliare” il territorio come occasione per aumentare il riconoscimento e la appropriazione positiva delle risorse culturali da parte delle comunità locali e come occasione per creare tessuto e connessioni sul territorio, a partire dalla costruzione di itinerari culturali che siano in grado di connettere tutti i comuni (i 92 comuni della Città Metropolitana) e fare dialogare beni archeologici e storico-culturali e beni eco-naturalistici.

«Acqua – Terra – Fuoco»:
l’Acqua, con il Cammino delle Acque e gli itinerari del mare e della costa (non solo le isole della Baia di Napoli, ma anche i complessi paesaggistici del Litorale Flegreo e della Costa Vesuvio lungo la quale, tra l’altro, si snoda il percorso ricchissimo delle Ville Vesuviane e del Miglio d’Oro);
la Terra, con gli Itinerari Slow Food tra Cultura e Natura che, insieme con gli Itinerari Culturali dei Patrimoni dei Saperi, costituisce uno dei prodotti realizzati per la partecipazione al WTU;
il Fuoco, con i due complessi flegreo e vesuviano.

Questo panel è promosso dalla Città Metropolitana di Napoli.

WTE 2019 | Focus Città e Siti UNESCO è la proposta scientifica di WTE 2019 | World Tourism Event, Salone Mondiale del Turismo Città e Siti UNESCO, è progettato per completare l’offerta complessiva dell’evento, l’obiettivo – molto ambizioso –  è quello di posizionarsi non come appuntamento one shot a cadenza annuale, ma come tappa di un percorso percon tutti quegli attori degli Ecosistemi che ruotano attorno ai Patrimoni delle Città e dei Siti UNESCO.

‘E Zezi Gruppo Operaio a Pomigliano con la Fiom

FIOM IN FESTA NAPOLI, Parco Pubblico “G. Paolo II”, Via Passariello, Pomigliano d’Arco (Na)

Sabato 14 settembre 2019

Ore 21: Concerto – ‘E Zezi, a seguire Siro’s Band

Ore 19: Dibattito – «Si può fare. Le eccellenze industriali per il rilancio del Sud»

Partecipano:
Francesca RE DAVID, segretaria generale Fiom-Cgil nazionale
Riccado PROCACCI, amministratore delegato GE Avio
Giancarlo SCHISANO, capo Divisione aerostrutture Leonardo Company
Luca D’AQUILA, CFO Gruppo Hitachi Rail
Coordina: Loris CAMPETTI, giornalista

‘E Zezi a Napoli con Giovanna Marini

A Sud della musica. Una serata con Giovanna Marini

Martedì 10 settembre 2019 ore 19:30 – Maschio Angioino, Napoli

In prima visione nella nostra città, con esibizioni dal vivo della protagonista Giovanna Marini e di musicisti campani come Daniele Sepe e il gruppo ‘E Zezi, sarà proiettato il film di Giandomenico Curi “A Sud della musica. La voce libera di Giovanna Marini”, in collaborazione tra il Festival del Cinema dei Diritti Umani e il Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo, alla presenza del regista.
Al Castel Nuovo (Maschio Angioino) con ingresso gratuito, come per tutti gli incontri organizzati dal Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli. Tutti invitati!

Sinossi del film:
Il Salento di Giovanna Marini in un film, A Sud della musica – La voce libera di Giovanna Marini, prodotto da Meditfilm e diretto dal regista Giandomenico Curi. Il rapporto tra la grande musicista romana e il Salento dura da più di 50 anni; Giovanna Marini non perde occasione di tornare in questa terra bellissima dove nei primi anni ’70 è cominciata la sua storia d’amore con la musica popolare: una storia che ancora dura, attraverso viaggi, incontri, ricerche di nuovi materiali da studiare nelle sue lezioni alla Scuola di Testaccio di Roma o da cantare nei suoi concerti. I racconti e le immagini dei suoi viaggi fanno spesso da sfondo, nei suoi concerti, alle vicende storiche e politiche dell’Italia della seconda metà del ‘900, tra sfruttamento, immigrazione, lotte sociali, e la voce assordante e solitaria di Pier Paolo Pasolini.
Nel film intervengono alcuni degli interpreti più famosi della musica popolare salentina e italiana, come il Canzoniere Grecanico Salentino, Enza Pagliara, il compianto Antonio Infantino, i Ghetonìa, Paolo Pietrangeli, Piero Brega, Gianni Nebbiosi e altri.

‘E Zezi al festival Radicazioni 2019

‘E Zezi al festival Radicazioni 2019
Giovedì 22 agosto 2019 a partire dalle 21:30 – Piazza Municipio, Alessandria del Carretto (Cosenza)

Concerti serali
LAVINIA MANCUSI & SEMILLA (Italia/sud del mondo)
‘E ZEZI GRUPPO OPERAIO (Campania)
FANFARA STATION (Marocco/Italia)
SUONATORI DI ALESSANDRIA DEL CARRETTO

Radicazioni 2019
– utopia dell’educazione –
festival delle culture tradizionali

a cura dell’associazione culturale “F. Vuodo”
dal 20 al 22 agosto 2019 ad Alessandria del Carretto (Cs)

22 AGOSTO 2019
ARTE IN STRADA
Dalle 10.30 alle 18.00 – Volavelò “Insieme nella convivenza” – Installazione artistica tra riciclaggio e creatività: macchine speciali e giochi a pedali! (Piazza S. Vincenzo)

LABORATORIO PER BAMBINI
15.00 – “I faravuli” – Laboratorio di teatro per bambini e costruzione di burattini con oggetti di riciclo. A cura di Anthony Greco e Annamaria Pugliese (Cappella S. Vincenzo)

INCONTRI E SCONTRI CULTURALI:
16.00 – “Una storia di vita. La musica attraverso cinque generazioni” – Presentazione del documentario a cura di Danilo Gatto (Palazzo Chidichimo – Piazza S. Vincenzo)

TEATRO PER FAMIGLIE
18.00 – “Cunta ‘sta terra”. Giullari di corte raccontano il sud – Di e con Anthony Greco e Annamaria Pugliese (Piazzetta Palazzo Chidichimo – Piazza S. Vincenzo)

TEATRO
20.00 – “Munnu era! Canti e cunti ca nun si cuntano, storie di briganti, camorristi e zappaterra” – A cura di Kalura Meriodionalismo
__________________________________________________

MOSTRE, MURALES E INSTALLAZIONI
Mostra di pittura “ORGASMICOSMO” – Di Sara Sgrò
Mostra fotografica “GLI ULIVI DEL SALENTO” di Marc Deckers
Murales – Marcello Garofalo
Installazione “BANC DE POISSONS OU PEUPLE EN ERRANCE” – Di Pascale SOULAS

Spettacoli, mostre, installazioni e concerti gratuiti
Stands di Artigianato – Stands Eno-Gastronomici –
Campeggio Libero – Area Camper

www.radicazioni.it